Associazione culturale “Lo stilo di Fileta”. Homepage/Colophon

“Lo stilo di Fileta” è un’associazione culturale senza scopo di lucro, nata dall’amicizia di quattro ricercatori non strutturati nelle università italiane, tutti di provenienza diversa, accomunati però dal costante impegno nella ricerca nel settore storico, filologico e letterario. Questa esperienza ha tre principali finalità:

– patrocinare – interagendo anche con istituzioni di varia natura – progetti umanistici già esistenti, con supporti anche di natura economica;

– favorire l’attività editoriale e scientifica dei membri dell’associazione, indipendentemente dalla sede di pubblicazione dei prodotti della ricerca;

– creare e gestire un marchio editoriale, “Al Segno di Fileta”, e creare al suo interno collane di alto profilo scientifico, in modo da permettere specie ai più giovani ricercatori di poter pubblicare a spese ridotte ma con la garanzia di un alto valore editoriale.

(Antonello Fabio Caterino, Presidente)

“Lo Stilo di Fileta” è un contenitore dinamico, multi e interdisciplinare, che si propone al pubblico con una mission: fare la propria parte per offrire nuovi modelli e nuove prospettive interpretative della realtà. La realtà che noi ci proponiamo di interpretare, nel suo significato più profondo (la Res) è l’uomo. Dare un’interpretazione dell’uomo è un’operazione complessa, perché ciò che si vuole conoscere è parte di noi stessi, e chiunque si ponga l’interrogativo quid homo sit (Aristotele) sta nello stesso tempo conoscendo sé stesso. Chi fa ricerca sull’uomo sperimenta la forza della tensione verso l’infinito e i limiti che il suo stesso essere uomo pone. L’uomo può tuttavia scavare dentro di sé, ed arricchirsi.

Lo fecero gli antichi Platone e Aristotele, lo dicevano Eschilo e Terenzio, Seneca e Agostino, Petrarca, Leonardo e Michelangelo, Lutero, Kant, Nietzesche, Marx… e ci proviamo anche noi. Ecco perché siamo un’Associazione Culturale, un gruppo di persone che si pongono la stessa domanda, ma siamo anche un gruppo di ricerca, che a quella domanda vuole dare una risposta.

Fileta è un simbolo, Fileta è un’allegoria, Fileta è un acronimo. Fileta di Coos fu uno studioso ed erudito, vissuto tra il IV-III sec. a.C. in un’isola del Dodecaneso. La sua personalità prese forma molto tempo dopo la sua morte, quando venne chiamato dai suoi epigoni ποιητὴς ἅμα καὶ κριτικός, poeta e studioso.

Fileta è colui che rappresenta al meglio i tre pilastri della nostra associazione: la ricerca storica, lo studio trasversale della letteratura (antica e moderna), la prassi filologica. Conoscere per conoscersi. Fare ricerca con criteri scientifici senza venir meno alla sensibilità interpretativa della critica.

Fileta è un acronimo: FI (Filologia), LET (Letteratura) A (Scienze per così dire “ausiliarie” per la storia).

La storia fornisce le coordinate spazio-temporali; le scienze ausiliarie sono gli strumenti che categorizzano le fonti; la letteratura reinterpreta le fonti e la filologia le spiega.

Questo è Fileta. E questi siamo noi.

(Vincenzo Vozza, vicepresidente)

Seguici su Facebook

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.